https://www.flickr.com/photos/smemon/4489630578/in/photolist-7QJwKL-7QJwf7-7QJuD5-7QFd3k-7QFdzc-7QJu5N-7QJvGY-7QFeQP-7QFfNR-7QFckv-7QFfrn-7QJuQs-7QFeiH-7QFbqx-7QFai8-C1wiF-7QFgaH-7QJvww-7QJz7G-7QFat8-7QJypC-7QFca2-7QFb2v-7QFgwp-7QJtHh-7QJwWb-7QFfZe-7QJw4J-7QFaDH-7QFeDT-7QFdKB-7QJzE1-94MnEt-PK6M7-oBS21-pdMcr-87rFay-oBS3H-91n4Tk-gYSfua-gYSXMF-hM1yS9-qBHTXj-71U7Y8-gYSHH8-hM1ydd-gYSYxj-gYSpfA-9PJoYt-7sPfbN

Lo United torna grande: per il Leicester disfatta a Old Trafford (4-1)

MANCHESTER – Un Manchester United finalmente all’altezza della sua fama. Un Leicester City troppo brutto per essere vero, soprattutto in difesa. Risultato: 4-1 a Old Trafford per i Red Devils di José Mourinho, che torna a far risultato pieno in Premier dopo due ko di fila.

MEZZA CRISI – Per il Leicester, invece, arriva la terza sconfitta in 6 giornate di campionato, quante ne aveva incassate in tutta la scorsa trionfale stagione. Ed è il secondo 4-1 subìto in altrettante trasferte. In totale, i gol presi fuori casa sono già 10, contro i 18 di tutto la scorsa Premier. Le Volpi, in più, stabiliscono un record negativo: mai una squadra campione aveva preso 4 reti in un tempo solo. Aggiungiamo il 2-4 incassato in settimana in League Cup col Chelsea e il quadro è completo. Insomma, una mezza crisi. Claudio Ranieri può consolarsi pensando che, dopo il 4-1 beccato a Liverpool, sono arrivate due vittorie di fila in Champions League e Premier contro Club Brugge e Burnley. Vedremo se accadrà lo stesso con Porto e Southampton.

SORPRESA – Con Luke Shaw e Anthony Martial in infermeria, Mourinho decide di lasciare fuori Marouane Fellaini e Michael Carrick, che pure aveva fatto bene in settimana contro il Northampton Town in League Cup. Ma a destare sorpresa è l’esclusione di Wayne Rooney, cui viene preferito Juan Mata. Una scelta coraggiosa da parte dello Special One al termine di un paio di settimane difficili per lui e per la squadra. Ma una scelta che paga, perché senza il capitano e con lo spagnolo in campo i Red Devils girano a meraviglia. Per Rooney per la prima volta in 12 anni a Old Trafford il posto da titolare sembra davvero a rischio. E il fatto che il nuovo ct dell’Inghilterra Sam Allardyce sia in tribuna aggiunge solo sale sulla ferita.

POKER – I primi 20 sono ancora difficili per i padroni di casa, impacciati, lenti, prevedibili e impauriti come nelle ultime uscite. A cambiare tutto, il gol di Chris Smalling al 22′, con un colpo di testa su angolo di Daley Blind dopo un liscio di Christian Fuchs. Da quel momento, i rossi di Manchester cominciano a giocare come mai avevano fatto in questa stagione. Mata raddoppia al 37′ al termine di una bella azione collettiva in cui ci mette lo zampino anche un Paul Pogba finalmente all’altezza. Nei cinque minuti successivi gli altri due gol, entrambi sugli sviluppi di calci d’angolo, con Marcus Rashford e Pogba. In entrambi i casi, difesa del Leicester in letargo.

RESA – Ranieri capisce che non è giornata e dopo l’intervallo non fa rientrare i deludenti Jamie Vardy e Riyad Mahrez, anche in vista della sfida di Champions di martedì col Porto al King Power Stadium. Entra invece Demaray Gray, che al 59′ va a segno con un gran tiro dalla distanza e nel finale impegna David De Gea sempre da lontano. Ma è troppo poco e troppo tardi per i campioni in carica.

DECONCENTRATI – «Oggi abbiamo avuto intensità, dinamismo e movimento – dice al termine Mourinho -. Tornare a giocare in casa e battere i campioni è cosa buona. L’anno scorso non li abbiamo mai battuti, quest’anno già due volte (l’altra nel Community Shield, ndr)». Alla soddisfazione dello Special One fa da contraltare il comprensibile disappunto di Ranieri: «Non si possono prendere tre gol su calcio d’angolo – commenta il tecnico romano -. Significa che non siamo concentrati. Di solito siamo molto bravi su angoli e punizioni, è stato strano. È importante ora concentrarsi sulla Champions League».

Risultati 6ª giornata
Classifica Premier League
Foto di Sean MacEntee

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s