Il premier britannico Theresa May

Theresa May esce allo scoperto: sarà hard Brexit

LONDRA – Non ci sarà nessun accordo con l’Unione Europea che non preveda la piena sovranità per la Gran Bretagna. Theresa May era stata finora abbastanza reticente sul tipo di approccio che il suo governo voleva prendere in merito alla Brexit. Oggi a Birmingham, nella prima giornata dell’annuale conferenza del Partito Conservatore, il Primo Ministro del Regno Unito ha tenuto il discorso più importante della sua carriera politica. E ha fatto capire che ai negoziati con la UE il suo paese si presenterà agguerrito, pronto a perdere l’accesso al mercato comune se questo fosse il costo da pagare per riprendere il pieno controllo delle frontiere.

DATA – Una linea politica che farà felicissimi i fautori della hard Brexit, cioè di un addio anche traumatico all’Unione, ma rischia di alienare alla May le simpatie dei tanti, anche tra i Tories, che avrebbero preferito un atteggiamento più morbido e più votato al compromesso. La giornata del Primo Ministro comincia con un’intervista alla BBC in cui finalmente viene fissata una data di massima per l’invocazione da parte del Regno Unito dell’articolo 50 del Trattato di Lisbona per dare inizio ai negoziati per l’uscita dalla UE: «Entro la fine di marzo» dice la May, con una rivelazione già di suo molto importante.

SOVRANITÀ – I fuochi d’artificio arrivano però nel pomeriggio a Birmingham. Non c’è hard Brexit o soft Brexit, dice la May. C’è solo una Brexit, quella chiesta dal popolo britannico nel referendum del 23 giugno, e prevede il ritorno alla piena sovranità del paese. Qualsiasi altra ipotesi, fa capire il Premier, sarebbe un tradimento degli elettori. «Voglio che le nostre aziende e quelle della UE abbiano ancora la possibilità di operare in un mercato comune, ma voglio essere chiara: non stiamo lasciando l’Unione Europea solo per perdere di nuovo il controllo sull’immigrazione. E non stiamo dicendo addio solo per tornare sotto la giurisdizione della Corte Europea». Tradotto: se per accedere al mercato comune dobbiamo ricedere parte della nostra sovranità alla UE, allora tanti saluti al mercato comune.

DIRITTI – La May dice qualcosa anche a proposito dei cittadini UE che già si trovano in Gran Bretagna: «I loro diritti legali continueranno a essere garantiti e lo saranno fino a quando io rimarrò primo ministro». La domanda è centinaia di migliaia di cittadini europei si staranno facendo è che cosa succederebbe se la May dovesse lasciare il 10 di Downing Street.

SOVVERSIVI – Parole dure ha invece per chi chiede un secondo referendum o, in alternativa, un voto del Parlamento a proposito dell’articolo 50. La May va giù pesante: «I negoziati tra Regno Unito e Unione Europea sono responsabilità esclusiva del governo e di nessun altro – afferma -. Chi dice che l’articolo 50 può essere invocato solo dai due rami del Parlamento, non sta lottando per la democrazia, sta provando a sovvertirla e sta insultando l’intelligenza del popolo britannico».

FAZIOSI – Quanto alla possibilità che la Scozia possa trattare autonomamente con la UE i termini dell’uscita, la Premier è drastica: «Abbiamo votato come Regno Unito, negozieremo come Regno Unito e lasceremo l’Unione Europea come Regno Unito». E drastica la May è anche sulla possibilità che la Scozia possa tenere un secondo referendum per l’indipendenza dopo quello di due anni fa: «Non permetterò mai a dei faziosi nazionalisti di minare la preziosa unione tra i quattro paesi del Regno». Parole che provocano la stizzita reazione di Nicola Sturgeon, leader dello Scottish National Party: «Il primo ministro sta dicendo che la voce e gli interessi della Scozia non contano. Strando approccio da parte di chi dice di volere tenere unito il Regno».

May: «Invocheremo Articolo 50 entro fine marzo 2017»
Fox: «Brexit occasione d’oro»
Nissan: «Con Brexit, aiuti di stato o niente investimenti»
Foto Conservatives

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s