Il premier britannico Theresa May

«A pagare per la Brexit sarà chi l’ha votata»

A cinque mesi esatti dal referendum con cui la Gran Bretagna ha scelto di dire addio all’Unione Europea, il quadro economico comincia a farsi cupo. Il Cancelliere Philip Hammond ha dipinto un quadro grigio scuro per i prossimi cinque anni. Abbiamo chiesto a tre esperti del settore finanziario che conoscono bene la City di Londra di spiegarci la situazione attuale e le prospettive per l’economia … Continue reading «A pagare per la Brexit sarà chi l’ha votata»

Effetto Brexit sull’economia: 59 miliardi di buco

A detta dei fautori della Brexit, abbandonando l’Unione Europea il Regno Unito si sarebbe magicamente trasformato nella terra del latte e del miele. Ma a cinque mesi esatti dal referendum che ha sancito la volontà del popolo britannico di dire addio al continente, il sogno che Nigel Farage, Boris Johnson ed euroscettici assortiti hanno venduto in campagna elettorale – una Gran Bretagna più forte e … Continue reading Effetto Brexit sull’economia: 59 miliardi di buco

La Premier britannica, Theresa May

Il piano di May: pagare per restare nel mercato comune

LONDRA – L’economia britannica o, meglio, l’economia londinese rischia una botta di proporzioni spaventose. Se la Gran Bretagna dovesse uscire dal mercato comune perdendo così i diritti di “passporting”, cioè di vendere servizi finanziari sul continente, migliaia e migliaia di posti di lavoro potrebbero andare perduti e la capitale vedrebbe svanire il suo ruolo di hub finanziario internazionale. Molte banche che ora operano a Londra potrebbero … Continue reading Il piano di May: pagare per restare nel mercato comune

Philip Hammond

Tensione nel governo, Hammond sotto accusa

LONDRA – Il referendum sulla Brexit ha diviso la Gran Bretagna. Tra Brexiters e Remainers, cioè tra fautori dell’addio all’Unione Europea e sostenitori dell’appartenenza, ovviamente. Ma anche tra aree che hanno votato in maggioranza per uscire, come l’Inghilterra e il Galles, e aree che al contrario hanno optato per la permanenza come Scozia e Irlanda del Nord. A tre mesi e mezzo dal voto, queste divisioni … Continue reading Tensione nel governo, Hammond sotto accusa

Boris Johnson

Un articolo mette in imbarazzo Boris Johnson

LONDRA – Che Boris Johnson abbia deciso di schierarsi a favore dell’addio all’Unione Europea nel referendum dello scorso 23 giugno non per convinzione ma per puro e semplice opportunismo, si dice da tempo. Ora ne abbiamo la conferma. A febbraio, due giorni prima di annunciare urbi et orbi la sua decisione di schierarsi dalla parte del Leave, l’ex sindaco di Londra scrisse una bozza di articolo … Continue reading Un articolo mette in imbarazzo Boris Johnson